cerca

Le difficoltà dei giovani

18 Maggio 2011 alle 12:30

Due sorelle rimaste sole hanno inviato al Corriere della Sera una lettera per raccontare, con grande dignità, la loro storia. Per motivo di spazio ricordo solo che le due sorelle , Cristina e Laura, perduti i genitori e non riuscendo più a pagare il fitto con i risparmi ereditati, perdono la casa e trovano rifugio di notte in una cucina di loro amici e di giorno in una vecchia auto. Il mio pensiero è andato subito ai tanti giovani e meno giovani che non trovano lavorano o che, avviliti, non lo cercano più. Le loro difficoltà sono spesso attutite dai genitori che fungono da veri e propri “ammortizzatori sociali”. E’ pur vero che la vita si va sempre più allungando ma i genitori di certo non sono immortali. Alla loro morte che ne sarà dei loro figli precari o disoccupati? Anche per questo la vicenda di Cristina e Laura mi ha profondamente commosso. I giovani rappresentano il futuro e la speranza per una nazione. Un paese che non pone come priorità assoluta la soluzione dei problemi legati ai giovani, allo sviluppo ed al lavoro è destinato a non crescere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi