cerca

La spazzatura c’è. E si vede. Inventarsi nemici “razzisti” non ne attenua i miasmi

10 Maggio 2011 alle 12:55

Pluridecennali alluvioni di risorse pubbliche vanamente impiegate e perse nei rivoli dell’inefficienza, della demagogia e del malaffare: Napoli resta invivibile. Le sue strade sono invivibili. Il suo mare è invivibile. Quartieri interi sono off limits ai comuni mortali. E questo è un fatto. Ancora: più si sprecano risorse, più la città peggiora. E questo è un altro fatto. Necessariamente, un giorno, qualcuno inizia ad interrogarsi sul senso di questa vana emorragia di interventi pubblici e solidali e prende a arrabbiarsi di brutto. Liquidare la questione con l’accusa di razzismo, però, serve solo a impedire al Borghezio di turno di dire ciò che vede. Al netto dei toni elettoralistici e ritualmente provocatori, mi sembra molto più grave, invece, non vedere (anche solo un po’ di) ciò che dice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi