cerca

I due pugili

8 Maggio 2011 alle 12:00

Due pesi medi stanno combattendo da anni per il primato in Italia. Hanno, e stanno ancora, provando di sconfiggere l'avversario. Il primo pugile si chiama Silvio il Grande e da anni è il detentore del titolo. Il secondo pugile non ha un nome e così si fa chiamare Pd. Silvio, malgrado i colpi bassi dell'avversario, riesce sempre a rialzarsi ed a portare a casa l'incontro. Il Pd, sempre più frastornato tenta di battere l'avversario con il colpo della mafia, il colpo Ruby, l'uno/due magistratura. Tutto inutile. Silvio sferra la mozione Libia e mette al tappeto il Pd. Al pugile caduto si avvicina un distinto ed anziano signore. In anni lontani ha fatto parte dell'associazione pugilistica del Pd. Ora è Presidente. Ricordando tempi gloriosi e lontani, prende un secchio di parole e le lancia sul Pd. "Credibile, affidabile, praticabile ", questo deve essere chi vuol vincere l'incontro. Ma, al momento il Pd balbetta e non si rialza. Silvio ha vinto ancora. Il Grande.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi