cerca

Aria che tira

8 Maggio 2011 alle 12:00

L'8 maggio 1794 muore a Parigi, sulla ghigliottina, il francese Antoine-Laurent de Lavoisier, il fondatore della chimica moderna. Nato nel 1743, con le sue ricerche e le sue pubblicazioni ha delineato una nuova immagine della chimica. I suoi esperimenti sono stati i primi studi di chimica quantitativa mai effettuati. Lavoisier ha dimostrato che sebbene la materia muti di stato nel corso delle reazioni chimiche, 'nulla si crea e nulla si distrugge', di fatto la prima formulazione della legge di conservazione della massa. Lavoisier ha dimostrato inoltre che l'acqua è una sostanza composta di idrogeno ed ossigeno in proporzioni definite. Insieme ad altri scienziati, Lavoisier ha introdotto una nomenclatura chimica che è alla base di quella moderna, sistematizzando una scienza che fino ad allora era caratterizzata da una terminologia vaga e incerta. Lavoisier era un funzionario del ministero del Tesoro. Per questa ragione fu arrestato e processato dal tribunale rivoluzionario con l'accusa di 'cospirazione con i nemici della Francia'. Nonostante gli appelli in sua difesa e i suoi meriti scientifici fu ghigliottinato nel 1794.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi