cerca

Mai sopravvalutarsi

6 Maggio 2011 alle 10:54

Giusto richiamo, anzi, giustissimo, quindi consciamente mi assumo il rischio altissimo di essere confuso con gli sventolatori di piazza del sacro testo intitolato Costituzione della repubblica italiana, quando osservo che non trovo tra i centotrentanove articoli, ma neanche tra le diciotto disposizioni transitorie e finali, quello relativo al potere del Presidente della Repubblica di inviare, indire, fissare, autorizzare, promulgare, emanare, indire nuovamente, nominare, accreditare e ricevere, ratificare, comandare, presiedere, dichiarare, ancora presiedere, concedere e commutare, conferire, sciogliere (anche una sola, ma non nel cd. semestre bianco salvo che), o altrimenti enunciare qualsivoglia "dottrina". Senza considerare che non è responsabile degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni, prima di assumere le quali presta giuramento di fedeltà alla Repubblica e di osservanza della Costituzione stessa. Quindi mi rallegro anche io dell'iniziativa ma poi non lamentatevi se qualche frescone fonda l'associazione Parte seconda - Titolo II.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi