cerca

Paperino e il cugino gastone

3 Maggio 2011 alle 17:30

La morte di Osama Bin Laden, umanamente, non mi ha colpito. Se la meritava. Il discorso del Presidente Obama è stato alto e nobile. Certamente non dobbiamo aspettarci che il peggio dal terrorismo. In tutta questa situazione, forse per deformazione mentale, la mia, mi è venuto in mente il cugino Gastone. Paperino- Bush, si trova a dover fronteggiare la catastrofe delle 2 Torri. E agisce con coraggio e immediatezza. Truppe in Afghanistan, poi guerra in Iraq ecc. Tutto bene salvo che Osama non si trova. Bush viene criticato da tutti. Il tempo passa, ed in America viene eletto Obama-Gastone. Altro stile. Democratico, oratore in grande spolvero, afferma che non seguirà, naturalmente, la precedente politica. Lo afferma, ma non lo fa. Nobel per la Pace. Prematura. Si trova, infatti, costretto a guerreggiare come il povero Paperino - Bush. Ma l'Obama - Gastone ha dalla sua la fortuna. Dopo anni ed anni applicati alla ricerca di Osama, ecco che si raccolgono i frutti. Osama morto. E il presidente Obama, che non aveva brillato per politica estera, vince tutto e se ne prende il merito. Sarà rieletto sicuramente. Quando si cita la fortuna...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi