cerca

Bin Laden è stato eliminato (quanti ne restano?)

2 Maggio 2011 alle 15:00

Sorpresa in Pakistan dopo il blitz Usa che ha portato all'uccisione del capo di Al Qaeda a Abbotabad La notizia dell’uccisione di Osama Bin Laden scuote il mondo arabo. Il governo pachistano non ha ancora avuto nessuna reazione ufficiale, ma un colloquio telefonico è stato confermato tra il presidente Asif Ali Zardari e Barack Obama… Sembra che l’ottimo marchese, Cesare Beccaria, giurista insigne e politico italiano (padre di Giulia, madre di Alessandro Manzoni), stia per andare nel dimenticatoio degli uomini famosi che tanto hanno nociuto all’umanità. Autore del celeberrimo “Dei delitti e delle pene”, cioè della soppressione della pena di morte, è stato superato dagli eventi tragici che in queste ore insanguinano il XXI° secolo. Gheddafi è inseguito dai missili intelligenti che l’altra notte gli hanno ucciso un figlio e tre nipotini, e lui se l’è scampata miracolosamente. Gli Usa non fanno misteri: la caccia è aperta all’uomo, bisogna uccidere i reprobi. La Cia esegue le direttive della Casa Bianca. Bin Laden, questa notte, è stato ammazzato sulla trincea del fanatismo terroristico; paga dopo 10 anni di caccia indefessa il delitto orrendo dell’11 settembre perpetrato alle Twin Towers di New York: e in tante località pacifiche del mondo. La guerra al fanatismo sanguinario conquista la sua legittimità, “usque ad finem”, con buona pace di Beccaria e di quanti predicano la pietà come vendetta. Riemerge, dopo secoli di ribalderie impunite, “la legge mosaica del taglione”: "Occhio per occhio, dente per dente". Era ora! Che sia giunta anche l’ora di sbarazzarci di mafiosi e camorristi assassini?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi