cerca

La centralità (perduta) del Parlamento

27 Aprile 2011 alle 11:29

Quando frequentavo i corsi di diritto costituzionale a giurisprudenza il mio Prof. (un luminare) ci spiegava che la costituzione italiana era stata costruita intorno alla centralità del parlamento, pur con una serie di pesi e contrappesi. Questa centralità è andata via via perdendosi e il parlamento, sede della sovranità popolare, è oggi soffocato e messo in secondo piano proprio da quei pesi e contrappesi. Esempi: Il presidente della repubblica ha allargato gradualmente la sua sfera d'influenza fino a discettare in prima persona di politica estera, a dettare direttive al governo ed al Parlamento, a condizionare anticipatamente il processo legislativo esprimendo opinioni sui lavori in corso ad esternare a tutto spiano senza limitarsi ai messaggi previsti dalla cost. La corte cost., a sua volta, non si limita, come era previsto dalla carta, ad stabilire se una legge è conforme alla cost. o meno, in quest'ultimo caso facendola decadere, ma interviene a gamba tesa sia sul processo legislativo che che su quello giudiziario con sentenze interpretative, additive, sostitutive, manipolative, perfino sollevando davanti a sé d'ufficio questioni di incostituzionalità che dovrebbero esserle proposte solo dalla magistratura. In tal modo interferisce sia col processo di formazione delle leggi, rendendosi legislatore, sia con l'attività interpretativa della legge riservata alla magistratura. La magistratura, per non essere da meno, ha da tempo abbandonato il suo ruolo di "bocca della legge" e si è inventata la "giurisprudenza creativa" che si traduce nell'inventarsi nuove norme, anche di carattere penale (v. il concorso esterno in ass. mafiosa), nel travisare o disapplicare il senso di quelle esistenti senza passare per il vaglio della corte cost, nel ribellarsi in sostanza alla sovranità della legge. In queste condizioni riaffermare la centralità del Parlamento significa riaffermare la sovranità della volontà popolare ed, in definitiva l'essenza stessa della democrazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi