cerca

L'Italiano, chi è?

27 Aprile 2011 alle 14:30

C'è ancora un senso a definirsi Italiani? Si può ancora essere Italiani come cittadini di una nazione (non di un paese)? Con l'Unione Europea, la globalizzazione e l'immigrazione sembrerebbe di no. In Italia entra ed esce chiunque e qualunque cosa; decidono sopra le nostre teste a decine di migliaia di chilometri da qui spesso senza chiederci alcunché, spesso senza che nemmeno lo veniamo a sapere. E noi lasciamo fare. Spesso perché non possiamo farci niente. Spesso perché non sappiamo più chi siamo. Stiamo tornando ad essere volgo sperduto che nome non ha, ma solo un posto dove poggiare i piedi finché non verrà occupato da altri. Nessuna società può vivere senza un qualcosa in comune e ciò è sempre più palese persino nella cronaca spicciola. Se il tessuto si strapperà, se gli Italiani che vivono a fianco a fianco si ritroveranno estranei l'un l'altro, non saranno Unione Europea, globalizzazione e immigrazione a salvarci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi