cerca

Continuano a prenderci in giro

27 Aprile 2011 alle 15:30

Anche il Cav s'è messo a dire, anzi, a "non dire" che quelli in Libia non sono e non saranno bombardamenti (quelli degli aerei italiani e degli alleati), ma azioni mirate attraverso missili intelligentissimi che andranno a colpire obiettivi esclusivamente militari. Dopodicché mi incavolerò alquanto quando sentirò parlare di "errori" e i missili super intelligenti faranno vittime, innocenti o meno. Quello libico si sta rivelando un bel pantano e invce di protestare contro una guerra d'intersse nazionalistico (quello francese), il governo la appoggia. Non dico che anche l'Italia non dovrebbe garantire i propri interessi, però almeno chiamiamo le cose con il loro nome e quelli in Libia sono bombardamenti che portano morte e distruzione. Dopo avere fatto questa confessione, che i governanti si prendano le proprie rsponsabilità di fronte all'elettorato e se succede, che abbiano il coraggio di pagare un voto sfavorevole alle prossime elezioni. Questa è democrazia. E non prendeteci più in giro per favore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi