cerca

Bombe in Libia

26 Aprile 2011 alle 15:30

Sono scandalizzata e arrabbiata per la novità che ho appena letto, ossia il fatto che l'Italia andrà a bombardare in Libia. Berlusconi è impazzito? Solo per compiacere Obama e l'America? Da grande amico di Gheddafi ora è divenuto strenuo nemico? Lui che ama i sondaggi, perché non prova a sondare quanto il popolo italiano sia d'accordo? Perché, ne sono certa, chi interpreta davvero il pensiero dei più è la Lega, e Berlusconi non si rende conto che rischia sia di perdere parte del suo elettorato sia di far implodere il governo, già sempre più traballante. Sarkozy ha lanciato il sasso e si è ritirato, la Francia ci lascia con la patata sempre più bollente degli immigrati arabi, ormai vera e propria invasione, e noi che facciamo? Vogliamo attirarci anche il terrorismo libico di rimando? Non ne abbiamo abbastanza, oltre ogni limite tollerabile e saggio, dell'intrusione del mondo arabo? Ci stanno colonizzando e dobbiamo anche combattere per essere sempre più implicati nelle loro faccende interne e nei loro problemi? Per l'Afghanistan si è parlato da più parti di "ingerenza" anche se la popolazione era colpita, qui invece l'ingerenza è sacrosanta? Carlo Martello si starà rigirando senza pace nella tomba! Perché il suo aver fermato l'invasione islamica nella battaglia di Poitiers ora viene completamente vanificato! E ne rimarremo sepolti, data la prolificità delle donne velate! Coraggio, andiamo a combattere per loro, leghiamoci sempre più a un mondo che non ci appartiene e dal quale non potremmo essere culturalmente più distanti! Sono un'elettrice del Centrodestra, ma se Berlusconi deve continuare a fare scelte come questa, meglio tornare alle urne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi