cerca

Cabasisi e spin doctors, briscole e chansonnier

21 Aprile 2011 alle 13:00

Fine impero? Caduta controllata? Sgretolamento dalle fondamenta? Non saprei, ma siamo alla fine, anche perché siamo tutti sfiancati: berlusconiani, non berlusconiani come me, antiberlusconiani, ci siamo pacatamente ma francamente scassati definitivamente i cabasisi. Ma soprattutto se li è scassati il premier. Non ne può più. Avrà tutte le ragioni di questo mondo a ritenersi un perseguitato ma un paese non può essere immobile perennemente per Mills e Lele Mora. Si vede lontano un miglio che è sfavato, che della crescita, delle amministrative, del nucleare, della Libia, della Fiat, non gliene importa più una mazza. Premier, dia retta a un cretino: lasci perdere. Continuare così non ha senso, non deve più ambire manco al Quirinale, anche perché è un posto grigio, molto grigio, abitato da grigi non da effervescenti e brillanti chansonnier appassionati di mutande di chiffon. Si ritiri Presidente, decida quando e come, lo decida Lei non gli spin doctors, se dopo lo scudetto o le amministrative, si difenda alla grande, i processi verranno dimenticati, si goda tutti quei soldi, organizzi se lo vorrà il nuovo Pdl, e si diverta come meglio crede. Tanto non potrebbe cambiare più l’Italia perché è impossibile allo stato attuale. I-m-p-o-s-s-i-b-i-l-e. Non cadrà certo per un’opposizione incapace di organizzare un torneo di briscola, e nemmeno per la Magistratura, ma perché è Lei che lo vuole. Non ha più niente da narrare, barzellette da raccontare. Molli la guida a qualcuno del centrodestra sennò alle prossime elezioni politiche prende una legnata che nemmeno se l’aspetta. Da chi non sa organizzare tornei di briscola per di più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi