cerca

Il pdl resti fermo nella giustizia ma stoppi i suoi pasdaran

20 Aprile 2011 alle 14:22

Carissimo Sig. Alessandro, mai titolo è stato più azzeccato per esprimere il proprio dissenso ad un modo di comunicare che non ha alcun senso e limite alla vergogna, ma si è chiesto chi è il VERO mandante degli ignobili manifesti contro i quali oggi tutti si dissociano? Perfino il Presidente Schifani chiede una netta dissociazione di tutto il Pdl dal messaggio insensato esposto al pubblico: ma per tutto il Pdl intende anche il Suo fondatore o soltanto i Parlamentari sostenitori al progetto di riformare tutto e tutti, contro tutto e tutti? E come la mettiamo con il Sindaco di Milano Moratti che afferma la sua carica essere incompatibile con l'ideatore del manifesto, in quanto si presenta candidato alle stesse elezioni amministrative? In entrambi i casi, non puzza di bruciato il fatto che le dissociazioni avvengano soltanto dopo gli amari commenti del Presidente della Repubblica Napolitano? E' vero che l'Italia ha bisogno di molte riforme ed in tutti i sensi, ma tutto ciò non sarà mai possibile al di fuori della legalità, unico baluardo al vivere civile. Lo scrivevano anche gli antichi filosofi Greci che lo scotto della democrazia sono i tempi lunghi nelle decisioni, ma il contrario è certamente l'autarchia, che vuol dire stato autoritario che vuol dire fascismo che nei fatti è uno stato antidemocratico eccetera: pensa veramente che la storia non abbia insegnato nulla e che tutto ciò sarebbe preferibile allo stato democratico in cui, con la Costituzione Italiana del 1947, noi viviamo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi