cerca

Il sacrificio di Arrigoni e l'irriducibilità dell'Islam

15 Aprile 2011 alle 17:30

La tragica esecuzione di Arrigoni, delitto efferato che angoscia, dovrebbe fare riflettere tutti gli strenui difensori della "correttezza politica" e della pseudo-tolleranza verso il mondo islamico. Questo ragazzo - indubbiamente intelligente, e motivato ideologicamente - aveva condannato spesso e volentieri i raid israeliani, la cosiddetta "reazione ebraica", i comportamenti del governo di Tel Aviv a Gaza. Era - ma oramai possiamo dire solo apparentemente - a tutti gli effetti un amico della Palestina e di Hamas e un nemico di Israele. Ma nella complessa e intrecciata galassia maomettana, neanche la più banale proprietà transitiva dei rapporti umani e politici ("i nemici dei miei nemici possono fidarsi di me, perché fanno certamente i miei interessi") non vale. Ora ci si chiede cui prodest il sacrificio di Arrigoni? A mio modesto parere, il grande monito è il seguente: se si hanno delle conoslidate motivazioni ideali e si ha tanta voglia di prendere partito di fronte alle innumerevoli battaglie che la storia contempranea ci pone di fronte, buttandosi con passione dentro una delle fazioni non basta più ragionare solo con la nostra testolina, con la mente, e guardare con raziocinio alle possibili ragioni degli uni o degli altri per poi scegliere in base ai criteri che abbiamo coltivato dentro per anni. Occorre guardare - o meglio, sentire - più a fondo, nelle vene, nelle ossa, nella nostra tradizione consolidata: occorre in breve chiederci chi siamo. E dato che l'occidente e le radici ebraico-cristiane - forse ormai condannate alla decadenza e al declino - continuano ad essere il solo baluardo del diritto, dei diritti umani, della democrazia, del valore della vita davanti alla cultura della morte o della negazione dell'altro da se, varrebbe la pena riconoscerci come suoi appartenenti, e battersi non ideologicamente per la liberta di un popolo qualsiasi, ma, ad esempio, perché vincano le democrazie: e in medio oriente ce n'è a oggi una sola: Israele.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi