cerca

Può il Ministro Sacconi riempire la solitudine degli imprenditori?

14 Aprile 2011 alle 17:16

A Torino esiste un'azienda ora chiusa, la Carrozzeria Bertone, nome prestigioso, legato a realizzazioni di grande pregio di quando in Italia si producevano automobili che sconfinavano nel mondo dell'arte. Mille e cinquanta persone sono in cassa integrazione da 5 anni. Da 5 anni. A Torino. Può il Ministro Sacconi accusare d'ingratitudine gli imprenditori, asserendo che questo Governo sta facendo tantissimo per loro? Possono, mi chiedo, mille e cinquanta persone, a Torino, vivere per cinque anni senza inciampare in una, dico una, proposta di lavoro decorosa e dignitosa? Le due domande, apparentemente slegate tra di loro, procedono in realtà assieme ad una terza che le riassume. Può ancora reggere e per quanto un paese statalista ed assistenzialista come questo, vessato da uno Stato di polizia fiscale e da leggi inique che fanno del contribuente un evasore di default? L'immagine sul desktop del mio computer è una rappresentazione di un famoso quadro di Hopper, Night hawks. Gli avventori uomini vestono in giacca e cravatta, il barista è in bianco, la Signora, bella ed eterea, mostra mani lunghe ed affusolate. Non è dato sapere chi siano, che facciano. Mi affaccio alla finestra del mio ufficio: ragazzi e pensionati ciabattanti, brache al ginocchio, camicie aperte fino al terzo bottone o, addirittura, canottiera solamente su pancia gonfia. Non è che la cultura dei diritti, quella per cui tutti hanno il diritto di vivere a spese degli altri, ci faccia perdere la dignità?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi