cerca

Non c'è soluzione militare a questo conflitto

11 Aprile 2011 alle 16:30

E' delle 9 e 34 dell'11 aprile 2011 l'ennesimo rifiuto dei ribelli di iniziare trattative se Gheddafi non va via! Ieri però ad Ajdabiya i caccia della Nato hanno annientato 25 veicoli militari e una ventina di carri armati con i soldati che c'erano dentro! E dopo i ribelli a cantare vittoria ed a sparare in aria, ed oggi a Bengasi a dire che loro ai rappresentanti dell'Unione africana che loro non iniziano trattative se Gheddafi non va via. Ma rimane vero quello che ha detto Rasmussen, nonostante quello che è accaduto ieri, a meno che la Nato voglia bombardare anche Tripoli per spianare la strada ai ribelli! Basta bombardamenti insulsi. L'argomento più forte di Maroni contro il disinteresse europeo per gli ultimi 25000 clandestini arrivati, è proprio questa partecipaz. di due paesi europei prima ed adesso della Nato! L'Italia quando ha detto sì all'intervento, lo ha fatto strettamente per la risoluz. Onu, quindi adesso proprio per questo può e deve dire basta! L'Ue deve costringere le due parti a definire un realistico programma di uscita dalla guerra subito: 1° (data l'importanza della divisione territoriale tra le due parti) referendum per separarsi o rimanere uniti, 2° votazione per l'assemblea parlamentare costituente. Anche Jalil sappia che se è contro l'immigraz. clandestina in primo luogo deve cessare questa guerra!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi