cerca

Si può ancora ridere?

8 Aprile 2011 alle 09:00

Tutta questa messinscena antiberlusconiana che dura oramai da più di un quindicennio sembra non aver mai fine,altro che telenovele.Si può obiettare,ovviamente,che l'avràuna volta che il cav.toglierà il disturbo.Ci si può chiedere,però,che fine farà questo popolo contro,privo dell'odiato nemico.Potrebbero verificarsi casi di depressione e quant'altro,staremoa vedere.Per il momento,però,come riportato dal Foglio e dal suo direttore,sembra che ironizzare,ridere o sorridere su questa farsa o forse tragicommedia anti premier,dia piuttosto fastidio.Poichè in questi ultimi anni si diceva spesso che Berlusconi ha mutato antropologicamente l'Italia,ad esserlo davvero sono tutti i suoi avversari,diventati livorosi,acidi,rancorosi,seriosi,caduti nel ridicolo,cosa da cui è difficile risollevarsi.Una prova di ciò è appuntol' autoironia del cav.definita dal direttore di Repubblica "arma didistrazione di massa".C'è materia o no per psicoanalisti e psicoterapeuti vari?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi