cerca

Se la giustizia è questa

5 Aprile 2011 alle 20:00

Se la Giustizia è questa. Ormai da mesi la procura di Milano indaga su Berlusconi e le sue feste. L'accusa principale è relativa ad una Ruby minorenne. Mesi e mesi di indagini, ascoltati numerosissimi testimoni, e carte a non finire. 20.000 pagine consegnate alla difesa. Poi, cioè in questi giorni, si viene a sapere di un nuovo, lungo elenco di fanciulle che la Procura ha chiamato in causa. Si presume che la gestione di carte così riservate venga effettuata da chi indaga, anche per il ruolo dell'indagato, con molta accuratezza. Invece no. Scappano, guarda guarda, al controllo ben tre telefonate che non avrebbero dovuto comparire. Berlusconi, in quanto parlamentare, non poteva essere intercettato senza previa autorizzazione. Peraltro non richiesta. Ma, tenendo sotto controllo tre fanciulle, ecco comparire Berlusconi nella veste di interlocutore. Ed oggi le pagine dei giornali riportano il tutto. Certo trattandosi di Berlusconi tutto è permesso. Ma la giustizia non dovrebbe essere uguale per tutti? E le anime belle vanno in piazza per difendere la Democrazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi