cerca

Estrema sinistra e magistratura

4 Aprile 2011 alle 17:00

E' curioso come l'estrema sinistra si stia livellando sulla magistratura; è curioso perché storicamente l'estrema sinistra è sempre stata di lotta, e quindi contro le espressioni del potere, tra le quali c'è sicuramente la magistratura. Come è possibile spiegare questo fenomeno? Personalmente non credo sia possibile attribuirne la causa al solo antiberlusconismo. La sinistra è da tempo ormai istituzionalizzata, ed ha occupato i poteri, quegli stessi poteri che combatteva. Ed è di qualche giorno fa una una intuizione dell'Elefantino a tal proposito. Ci ha sibillinamente evidenziato come si stia portando a termine la metamorfosi della sinistra. In destra radicale. La destra delle magistrature, degli indignati e degli integerrimi, antropologicamente e culturalmente superiori. Fini e le sinistre sono ormai più vicine di quanto non si pensi, soprattutto dal punto di vista degli interessi; profeticamente Bossi aveva annunciato anni or sono che non ci sarebbe stata più destra o sinistra, ma poteri centralisti contro federalisti... Ancora una volta ci aveva preso. La distinzione porta in sé anche un'altra contrapposizione: potere statocentrico in cui l'uomo è servo dello stato, contro stato liberale umanocentrico, in cui lo stato è in funzione e al servizio almeno del cittadino se non dell'uomo. Vedremo come andrà a finire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi