cerca

Profughi, immigrati e Pil italiano

3 Aprile 2011 alle 12:00

Certo, molti di noi, guardando i Tg con la bocca piena, tante volte mi sono sentito un fortunato o altre in colpa per avere la bocca piena. In effetti, i Tg oggi ci propongono solo e soltanto delle brutte notizie, anche se tante volte in Italia tendiamo a guardarci piuttosto l'ombelico e questo avviene preferibilmente durante i terremoti. Però, potremmo trasformare questa invasione oceanica, maremoto o tsunami in un'occasione d'oro per aumentare il Pil delle regioni, che potrebbero mandare disoccupati a prendersi cura degli immigrati/ profughi/ clandestini, e fare pagare il conto alla comunità europea che secondo me sarebbe ben felice di pagare a piè di lista piuttosto di doversela grattare lei con i poveracci che vogliono venire anche loro in occidente, visto che nei propri paesi, anche se si sono liberati, non potrà succedere nulla di positivo prima di tanti anni. Le emigrazioni di massa sono un fenomeno storico e mondiale e non ci sarebbe nulla di strano in quello che avviene ora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi