cerca

Il dopo Berlusconi

3 Aprile 2011 alle 10:00

Potrebbe anche essere una buona idea mandare a casa Berlusconi, probabilmente si stempererebbe un poco la tensione che si è diffusa nel paese recentemente. Ok va bene a casa il Cavaliere, ma facciamo anche qualche considerazione sul dopo. Guardiamo le alternative. Pd, Bersani e la Bindi non riescono neppure convincere chi ha la tessera del Pd, D'Alema e Veltroni li abbiamo purtroppo già visti all'opera con risultati pessimi, gli outsider Vendola e Renzi mi sembra abbiano poche chances. Idv Di Pietro, un giustizialista che raccoglie voti solo dagli estremisti. Casini, il nome ci dice già tutto. Fini, e chi si fida più di lui, vecchio fascista comunistizzatosi sulla via di Montecarlo. La Lega è solo locale. Gli altri non contano. Nonostante gli sforzi dei falsi profeti che scrivono su Repubblica, Il Fatto, L'unità,ed altri giornali progressisti e di alcuni magistrati il quadro politico non cambia. Si corre inoltre un altro rischio, che il vero lupo, quello cattivo, non sia poi così facilmente individuabile come il Cavaliere. E Allora?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi