cerca

Prescrizioni plurime a iosa

1 Aprile 2011 alle 13:30

Come al solito, sig. Galassi, si accusano gli altri di malafede e non si vede la trave nei propri occhi. Partendo dal punto 2, dove avrei scritto che B. sarebbe stato rinviato a giudizio per aver organizzato orge e festini? Ho semplicemente messo tra parentesi la questione del rinvio a giudizio, senza specificare che quest'ultimo, come noto, è per concussione e induzione alla prostituzione minorile. Starà alla magistratura accertare la verità. L'esempio della maestra o del professore era per far vedere la scandalosa differenza che si commette da parte di molti, che arrivano a giustificare comportamenti comunque indegni di un premier (se l'immagina cosa direbbero i tedeschi della loro Merkel in un caso del genere?) e il trattamento che verrebbe magari riservato da una certa opinione pubblica, ad esempio, a un docente eventualmente accusato di organizzare a casa orge e festini. Si legga meglio i testi scritti. E quanto a Solgenistsin (che secolo era?), si compiaccia dei camerati di strada con cui vi accompagnate tranquillamente ancora oggi, senza vergogna. Quanto al primo punto, se lei la pensa diversamente, sono affari suoi. Lei ha mai visto (in qualunque Paese democratico del mondo) un imputato che, invece di presentarsi in tribunale a rispondere delle accuse, magari false, che gli vengono mosse, compare a ripetizione sulle sue televisioni per proclamare a priori la propria innocenza, accusando gli avversari politici di immani nefandezze? O si capisce questo o siamo in Ugandistan.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi