cerca

Esportare democrazia o occupare pozzi (petroliferi) ?

31 Marzo 2011 alle 15:30

Eppure, credetemi, non ci voleva molto a capire cosa sarebbe successo in Libia e mi rifiuto di pensare che chi ha avuto ed esercitato il potere che ha condotto al punto in cui siamo, non ne fosse al corrente. Sono tanti gli italiani che hanno lavorato laggiù (ivi compreso chi scrive) e tutti sanno e sapevano che Gadaffi non era come Mubarak e che non avrebbe mai mollato senza combattere fino all'ultimo. Vi è un altro aspetto che mi appare incomprensibile: diamo tutti quanti per scontato che il Colonnello fosse inviso alla sua popolazione e, francamente, così scontato non lo è. Anzi, direi che potrebbe essere esattamente il contrario: cibo, casa ed altri beni di prima necessità erano tutti disponibili a prezzo politico ed in grande abbondanza. La Libia non è lontanamente paragonabile alla Tunisia ed all'Egitto, almeno da questo punto di vista ed allora perchè la popolazione dovrebbe ribellarsi? Non certo per compiacere qualche teorico della rivoluzione democratica permanente da esportarsi in tutti i paesi del mondo. Già, perchè allora? Ma siamo poi così sicuri che ci sia davvero tutta questa fronda a Gadaffi? Personalmente non ne sono tanto convinto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi