cerca

Cessare le ostilità!

23 Marzo 2011 alle 18:30

Nonostante tante parole perché la Nato svolga un "compito-chiave" nel dirigere le operazioni per impedire voli al di sotto della LIbia, sembra che la direzione politica delle operazioni militari debba restare a Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna. Ma oramai è chiaro che proseguendo questa guerra, voluta con veemenza particolare da Mons. Juppé, nonostante la Risoluzione 1973, ci saranno sempre più civili uccisi e il punto di arrivo sarà la crescita della guerra civile in Libia! Questa è la realtà. Se poi Gheddafi avesse voluto bombardare Bengasi stessa lo avrebbe fatto fin dai primi giorni; mentre ancora ieri da Bengasi è stato scritto che i ribelli "continuano a condurre le operazioni di 'pulizia' in città. Dicono di aver individuato decine di lealisti rimasti a Bengasi.."! Nonostante l'impetuosità dei giovani ribelli, questi sono poche migliaia, quindi o la Francia di Juppé e Sarkozi vuole aiutare i ribelli a "far fuori" tutti gli altri, oppure crescerà la guerra civile! Contro la risoluzione dell'Onu! Stop subito a questa guerra! Si dia una chance alla Russia, alla Finlandia e all'India per verificare disponibilità e modalità di cessazione delle ostilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi