cerca

La guerra contro i luoghi comuni

22 Marzo 2011 alle 14:00

Questa guerra, in casa nostra è una guerra di liberazione! E' la guerra che spazzerà definitivamente i luoghi comuni sulla politica internazionale della sinistra, un tempo paficista, europeista e filoaraba. Poveretti! Obama premio nobel della pace sgancia un missile cruise ogni dieci minuti! L'Europa va avanti scomapattata da Sarkozy! La Lega araba condanna i bombardamenti! Ce ne sarebbe di materiale per marce della pace, fiaccolate, raduni sotto le ambasciate...etc etc invece nulla. L'unico denuncia unanime è all'inchino un po' goffo che Berlusconi fece al leader libico all'accoglienza nel nostro paese ( che seguì precedenti inchini di D'Alema, Prodi e compagnia bella). Insomma, per farla breve ... praticamente fanno il tifo perchè la Francia sta levando di torno un alleato di Berlusconi (non un partner dell'Italia, naturalmente. Con questo cinismo che fanno passare per sottigliezza politica, non si accorgono che stanno seppellendo per sempre le bandiere della pace). Quando, infatti, proverranno a disotterrarle alla prima convenienza politica le troveranno piene del fango di oggi e grondanti di cinismo e di strumentalizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi