cerca

Il Direttore e il giornale "eugenico"

22 Marzo 2011 alle 12:30

Il Mediterraneo brucia ma l’organo ufficiale dei neo puritani non demorde: un individuo non identificato scopa con una donna identificata”. La voluttà del guardone. La tipologia dei baldi sostenitori del giornale “eugenico”, ricalca la sempliciotta ma anche la furbesca credulità di coloro, tanti, che confidavano di guadagnare il Paradiso comprando le indulgenze di Leone X. L’appeal risulta inversamente proporzionale alla "presa" della cosiddetta cultura di sinistra. Più questa è incerta, ambigua, lessicalmente obsoleta e disorganica, ed è penoso che non se ne renda conto, più Largo Fochetti ha spazio di manovra per tenerla a guinzaglio. Gli interessi del grande gruppo editoriale privato non possono avere niente a che fare con la moralizzazione dei costumi, con la lotta alla corruzione, col bene comune e col futuro dei nostri figli. Se fossero in buona fede impaginerebbero diversamente. Non perché siano cattivi o ignoranti ma perché hanno altri obiettivi. Quello primario è di consolidare un potere mediatico che possa condizionare la politica tutta offrendo sponda ad una parte di essa. Per cui avanti, pancia a terra, col bunga-bunga, con l’occhio alla serratura, coi filmini osceni, coi pettegolezzi elevati a verità, col metodo del "sotto le lenzuola", con largo impiego di ipocrisie puritane, col titillo continuo al moralismo, alla purezza dei loro intenti e, via cantando. Niente di autentico, sono solo i mezzi per arrivarvi. Si può anche credere il contrario, cioè che siano cavalieri senza macchia e senza paura. Ma sarebbe molto più grave e riduttivo del comprare indulgenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi