cerca

Scandalizzato? No, non troppo

19 Marzo 2011 alle 18:00

In un certo senso c’è da tranquillizzarsi, guardando oggi il popolo italiano: gli scandalizzati sono davvero pochi e tutti fra coloro che ieri comandavano e aspirano oggi a tornare a comandare. La figura dello scandalizzato è quella di chi riesce a inventarsi qualche ragione d’orgoglio per la propria insignificanza. La propria irrilevanza viene giustificata da un superiore stile di vita morale che non può scendere a compromessi col normale andamento degli intrallazzi che regolano relazioni e passioni umane. Il fatto che ben pochi si sentano davvero scandalizzati dalle festicciole di Berlusconi è un indice della generale soddisfazione di sé della più parte di coloro che sono iscritti alle anagrafi dello stato italiano e la cosa è un buon indice per pensare che di teste da mozzare non adesso, forse un’altra volta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi