cerca

Siamo stati noi

17 Marzo 2011 alle 10:30

In tutti gli incidenti occorsi a centrali nucleari si è riscontrata causa principale l'incuria, l'obsolescenza, l'inadeguatezza: in due parole l'errore umano. Nei tre maggiori incidenti in impianti civili (Chernobyl, Three Mile Island, oggi Fukushima) la costruzione risaliva agli anni sessanta, dunque alla prima generazione. Allora, senza fanatismi, vogliamo ragionare sulle differenze anzichè sulle false coincidenze? La paura? Ce l'abbiamo tutti, sarebbe folle chi non ne avesse, come ha ricordato il Direttore in tv. Ma, se volessimo banalizzare, quanti morti produrrebbe una pietra sul binario della Tav? Quanti treni-bomba come quello di Livorno transitano per città che hanno la stazione in pieno centro? Le infrastrutture (quali appunto le centrali nucleari) non sono nè buone nè cattive: è sempre l'uso che l'uomo ne fa a renderle dannose.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi