cerca

La nostra sicurezza energetica alla mercè del celentanismo

16 Marzo 2011 alle 18:30

Gli allarmisti, gli ambientalisti - per l'occasione vestiti da avvoltoi - la sinistra utopista, che non saprebbe dove mettere le mani del potere se ne avesse un po', gli antiberlusconiani di tendenza, i celentani, si ritrovano ancora una volta abbracciati in un mortale spasimo che non lascia scampo. Certo, non ne lascia soprattutto ai disegni di alternativa al berlusconismo, ma purtroppo anche alle sorti energetiche dell'Italia. Mentre in una centrale di seconda generazione, un terremoto micidiale - come se ne vedono sulla faccia della terra una volta ogni 150 anni - stravolge, sconvolge, agita, intimorisce, ma sembra non riuscire a vincere gli argini che un manipolo eroico di tecnici nipponici ha posto a barriera della sicurezza del loro paese, nel nostro chiacchieroni, cialtroni e parolai mettono a rischio l'ipotesi di vedere centrali di 3a-4a generazione: che vuol dire massima sicurezza. La stessa pasta mediatica esimi professionisti avevano esibito quando si era trattato di avere a che fare con il delicatissimo dossier-Gheddafi, che molti di noi vedrebbero volentieri al gabbio, ma che, essendo depositario di una grassa percentuale delle sorti della nostra sicurezza energetica, prudenza avrebbe voluto trattare con piu' cautela. Avessimo al governo un Veltroni, toh, un Bersani o una Bindi oggi ci troveremmo nel più profondo cul de sac mai avuto sull'energia. Avremmo detto contemporaneamente addio all'ipotesi nucleare - cassata da qualche decreto di emergenza ad libitum - e a ogni ipotesi di ripescaggio del petrolio libico, per ottenere il quale al momento solo quella diplomazia "sui generis" dell'uomo di Arcore sembrerebbe avere il potere di recuperare qualcosa. Un bel biscotto, insomma, che avrebbe agitato inutili velleità di tanti solaristi, riducendo ancora di più le opzioni, già ridotte all'osso, di quell'energy mix - in fonti geografico-settoriali - che un paese come l'Italia ha il dovere di praticare per la propria sicurezza energetica ed economica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi