cerca

Fusioni/ 4

16 Marzo 2011 alle 13:30

Mettiamo i puntini sulle "I". La fissione è una cosa, la fusione è un'altra. La fissione più conosciuta, dopo quella nucleare, è quella cerebrale: l'emisfero sinistro (quello deputato alla ragione) tifa per i cellulari, le auto, i viaggi in aereo, l'aria condizionata, il calore in casa, la rete efficiente, la TV e ama tutti i servizi e i prodotti che hanno bisogno, per farlo godere al meglio, di ingenti risorse energetiche. L'emisfero destro (deputato alle emozioni) vuole la pace, un ambiente pulito, il benessere e il lavoro per tutti, la fine della povertà, della fame e delle ineguaglianze. A questo punto entra in azione la fusione. Sempre di quella cerebrale parliamo. Gli emisferi si incapsulano uno dentro l'altro come le barre dell'uranio 238 nelle centrali e entrano in conflitto. Fondono. La temperatura aumenta e si intravvedono i primi segni della pazzia. E' la scissione dei neutroni, pardon dei neuroni. Se il sarcofago psichico regge si evita l'esplosione del nocciolo. La pazzia. E si trova un ragionevole equilibrio. Altrimenti ci si muove come Di Pietro e Bersani. Che attaccando pregiudizialmente quella che potrebbe essere la fonte energetica finale in grado di evitare il ritorno dell'umanità al medio evo, dimostrano di non avere in testa che pochi neuroni. Pardon, neutroni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi