cerca

Coerenza, la più deprezzata delle virtù

15 Marzo 2011 alle 18:30

Da un po’ di tempo è tutto uno sventolio di bandiere a ricordarci che siamo una Nazione, a ricordarci che "siamo" in quanto parte di un tutto, a ricordarci che il bene comune è più importante dell’egoismo e che è il bene del nostro Paese che dobbiamo perseguire. Tutti d’accordo, specialmente la moltitudine politicamente corretta. Però se parliamo di energia nucleare, indispensabile per permettere al Paese di competere economicamente sul piano globale, allora sentiamo gli opinionisti più “illuminati” (sic) che indignati si lamentano perché un qualunque Comune con poche centinaia di abitanti non ha il diritto di veto, non ha il diritto di bloccare il piano energetico nazionale. Scusate, qualcuno vuole spiegarmi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi