cerca

Inattesi riconoscimenti a mezzo stampa

14 Marzo 2011 alle 14:00

Stavolta, caro Pigi Battista, ti abbiamo proprio capito. Sì, noi. Noi che non passiamo neppure un minuto delle nostre notti a leggere Kant. Noi che andiamo a Parigi come semplici turisti e non in volontario e sprezzante esilio. Noi difficilmente all'altezza dei pensieri alti, fissati nel glorioso inchiostro dei fondi del giornalone. Noi abbiamo capito che, in realtà, Silvio è anche nel tuo cuore, oltre che nel nostro. Per rendercene felicemente conto, ci è bastato leggere l'editoriale che hai vergato ieri a proposito del testo sulla giustizia rilasciato dal Cdm. Certo, come al solito hai voluto dissimulare il tuo amore dietro alle usuali, attente critiche: e sono sedici anni che lo stavamo aspettando (come se, in passato, ad ogni tentativo dei governi Berlusconi di parlare di giustizia, non si fosse scatenato il caos anche dalle colonne del Corrierone. Questa cosa, tra l'altro, deve avere convinto a fondo il tosto Bersani, che, ancora oggi, andava ripetendo che la riforma della giustizia non è una priorità), e la maggioranza è partita malissimo perché vuole imporre la sua volontà (in realtà, il povero Alfano è rimasto ormai senza più voce a forza di ripetere che si tratta un testo che deve essere discusso. Stasera lo ha detto anche al TG1, preoccupato che anche dal Corriere poteste avere una ragionevole certezza di sentirlo). Ma, dietro i toni secchi che hai usato (non sia mai che dalle pagine del giornalone possa anche solo una volta uscire un esplicito riconoscimento all'operato del Premier), era evidente la tua approvazione, soprattutto quando hai esortato l'opposizione a collaborare. Ed è da ciò, soprattutto, che abbiamo capito la tua gioia: dalla differenza tra l'enfasi posta sul richiamo alla collaborazione ed i toni sbrigativi, svogliatamente meccanici con cui hai ripetuto la solita tiritera contro il centrodestra. Ecco. Semplicemente questo volevamo farti sapere. Che abbiamo apprezzato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi