cerca

Giustizia in coma e sciopero dei magistrati

14 Marzo 2011 alle 20:35

Nel fondo di prima pagina del "Corriere" dell'11, l'effervescente Pierluigi Battista affermava che Berlusconi "non può pretendere di vendere un pacchetto preconfezionato senza ascoltare un'opposizione dialogante, i magistrati, gli avvocati e, naturalmente, i consigli saggi del presidente della Repubblica". Giusto, in un Paese normale, ma in Italia, fatto salvo il presidente della Repubblica e, a distanza, gli avvocati, dov'è un'opposizione dialogante? Per dialogare due o più soggetti devono avere qualcosa da dire (e diversa), ma questa opposizione sa fare solo soliloqui a colpi di slogan senza contenuti e senza tener conto dell'intelligenza del cittadino. E con i magistrati come si fa a dialogare? Ahi, Battista, che tante volte ne hai messo in evidenza i difetti! Dell'opposizione e dei magistrati. Ti sei distratto? Il giorno dopo prese un attacco di Massimo D'Alema, con la sua solita sprezzante autosufficienza. Ma c'era ancora tanto sul problema giustizia, da Massimo Franco a Francesco Verderami, che esordiva in prima pagina addirittura con: "Chi ha toccato quei fili se non è rimasto fulminato quanto meno si è ustionato. Sulla giustizia - dalla Bicamerale fino all'ultimo governo Prodi - nessuno è riuscito ad evitare la scossa". Ultimo il "servo del padrone" Ostellino (per tale opposizione, grande per me) se la prendeva con quei poveri magistrati che mettono "in discussione la credibilità dello Stato costituzionale". Proseguendo: "E non mi si venga a dire che la riforma del centrodestra è illiberale e antidemocratica, cioè incostituzionale", sostenendo che i magistrati con lo sciopero, "si comportano come una corporazione di lavoratori autonomi". Corporazione alla lobby più potente d'Italia? Ricordai che alla fine degli anni '70 qualche testa calda (avevano cominciato ad affermarsi i pretori d'assalto) prospettò il ricorso allo sciopero bianco: allora (forse tutti) i magistrati salutarono la boutade per quella che era (e con fastidio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi