cerca

Riforme

11 Marzo 2011 alle 19:00

La volontà (vera o presunta) di fare le riforme mi ha fatto riflettere sull'efficienza del nostro sistema istituzionale in generale, così come concepito dalla nostra fantastica Costituzione, e in particolare adesso che è immerso nel circo mediatico-giudiziario, e mi sono chiesto: se un angelo oggi dettasse a Berlusconi le migliori riforme possibili per il Paese, quante probabilità ci sarebbero di vederle, ancora riconoscibili, convertite in legge? e casomai, dopo quanto tempo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi