cerca

Scuola e Costituzione

9 Marzo 2011 alle 16:45

I docenti dalla scuola pubblica di stato e di quella pubblica paritaria(erroneamente e strumentalmente definita privata) di ogni ordine e grado,hanno una occasione formidabile per mettere a confronto e dimostrare la loro capacità di insegnare ed educare i loro discenti senza condizionamenti ideologici. Utilizzino questi giorni che ci avvicinano alla ricorrenza del 150° dell'unità d'Italia. Portino all'esame e alla discussione delle aule scolastiche (con formulazione adeguata al grado di insegnamento),almeno i primi 12 articoli della Costituzione. Introducano l'argomento con una sintesi degli atti parlamentari dell'Assemblea Costituente del 1947 compresa la delibela dell'aula del 22 dicembre 1947 (naturalmente avendoli preventivamente e specificamente approfonditi -vale per chi non l'avesse già fatto-) Oggetto dell'esame e dell'approfondimento, dovrebbe essere rivolto ai compromessi politico/culturali che sono stati alla base di una certa formulazione degli articoli. Compromessi,leggittimi,raggiunti nel rispetto delle diverse culture e posizioni ideologiche dei componenti l'Assemblea Costituente,appartenenti alle aree : cristiana,liberale,social-comunista. Potrebbe venirne fuori un interessante confronto culturale,anche riflittente le diverse opinioni e convincimenti,vissuti ,però, senza preclusioni. Il risultato potrebbe essere utile per un orientamento all'aggiornamento (modernizzazione) della formulazione degli articoli,non tanto sulla sostanza,che resta valida, ma su alcune parole che,concettualmente, hanno voluto esprimere un pensiero in termini retorici e di parte, che dovrebbero essere superati con una valutazione liberale e laica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi