cerca

Parole offensive

9 Marzo 2011 alle 09:00

Segnala il buon Diaco sul Foglio che “i giudici hanno confermato che la parola frocio è offensiva stabilendo che l’immagine di un uomo è stata lesa gravemente dal cognato che si era rivolto a lui con quell’aggettivo”. Se ne deduce che frocio è un modo volgare per rivolgersi ad un omosessuale mentre escort, se non è affatto offensivo come sembra visto l’uso intensivo che se ne fa, è un modo corretto per rivolgersi ad una puttana. Urge intanto che un giudice ci confermi o meno se “escort” è offensivo oppure no, è opportuno saperlo prima di eventuali sentenze. Ma se davvero non lo è, chiunque, per puro divertimento, sarà autorizzato a “smitragliare” qualunque donna con questo appellativo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi