cerca

Riflettendo nel girovagare per cimiteri

4 Marzo 2011 alle 17:30

Gira e rigira Angiolo Bandinelli resta sempre fonte di spunti. Dopo la morte cosa ci aspetta? O meglio, perchè ci deve essere qualcosa? Se si esclude il parere dei cristiani, significativo ma irremovibile, quindi di poco aiuto, e così pure degli atei perchè ovviamente senza un Dio, con la morte il tutto si esaurisce, gli altri, cioè la moltitudine degli incerti, forse la maggioranza, che ne pensa? Saremo immersi nella luce, nel suono, sarà una vita sotto altra forma che riporta al Kubrick di "2001 Odissea nello spazio" o non ci sarà alcun "dopo"? Chi non esclude l'esistenza di un Dio, anche se non cristiano, che chance dà al dopo-morte? Bandinelli per esempio, non le pare che l'inesitenza di Dio sia impossibile ma nel contempo sia forse (ahimè) impossibile un dopo-morte consapevole?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi