cerca

La frustata all'economia

4 Marzo 2011 alle 14:30

Piuttosto che insidiose patrimoniali si potrebbe pensare, ma ci vuole coraggio, di eliminare la disoccupazione e tutta d'un colpo solo. La cosa non è affatto irrealizzabile. Se la massa di disoccupati è di poco superiore ai due milioni di individui, se questi soggetti fossero assunti con un regime speciale, con i soli contributi assicurativi inail e nessun contributo previdenziale, credo che molti datori di lavoro sarebbero disposti a usufruire di queste forze lavoro a costo ridotto di un terzo. Con una retribuzione media di mille euro netti al mese, il danno contributivo Inps annuale sarebbe di 7,5 miliardi di euro che tuttavia non creerebbe uno squilibrio immediato nei conti dell'ente pensionistico. Lo stato potrebbe assumere tale onere su di sè con copertura mediante sottoscrizioni privilegiate di bond a lunghissima scadenza e buon rendimento. Si dovrebbe innescare un circolo virtuoso con la ripartenza dei consumi e la crescita certa del Pil. Perché no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi