cerca

Federalismo e tasse

3 Marzo 2011 alle 21:30

Dovrebbe costringere gli amministratori, perdon, caste, cricche, corporazioni, club associati a gestire il proprio territorio d'influenza con logiche economiche e maggiore attenzione ai costi di gestione, dell'inefficienza, della burocrazia locale e della corruzione associata.I cittadini avranno modo di valutare e poi votare. Sarà più facile nei comuni già virtuosi dove il controllo diretto di fatto esiste già. Impossibile per le aree geografiche dello stivale dove, da sempre sono stabilmente insediati i tre Cavalieri di Favignana: Osso, Mastrosso e Carcagnosso. Li il federalismo non è applicabile. Temo che ciò provocherà una ulteriore divisione tra Nord, Centro,e sud, isole comprese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi