cerca

Scuola pubblica e privata

2 Marzo 2011 alle 08:30

E' bastata una dichiarazione del presidente del consiglio riguardo le scuole e la differenza tra scuola privata e pubblica - nel senso che quella pubblica benché importante rimane indietro in fatto di insegnamento, di educazione, di livello e soprattutto è sempre più infarcita di nozioni di sinistra, politicizzata senza dare ampio respiro alla propria individualità - a suscitare le polemiche da parte dell'opposizione che accusa il Premier di criticare il settore pubblico. Parole sacrosante che potrebbero venire avvallate da chiunque abbia un minimo di esperienza in fatto di scuole. Tuttavia vorrei far notare che proprio la sinistra, quando si tratta di avere a che fare con la propria vita privata, non a caso opta per scelte ottimali quali quelle di inserire i propri discendenti in scuole rinomate, private o religiose. Questo denota una contraddizione interna nelle file progressiste, a parole buoniste e solidali, ma di fatto propense alla ricerca del proprio benessere, del comfort, degli agi, dovuti anche e soprattutto da stipendi da favola. Il tutto in barba al resto degli italiani, a quell'"universalità schiava" di cui già a suo tempo parlava Ugo Foscolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi