cerca

La scuola è e deve essere educazione

2 Marzo 2011 alle 13:00

Egregio Direttore, proprio in questi giorni al liceo, stò affrontando un modulo dedicato al tema dell'educazione il cui scopo è mostrare al mio uditorio, la centralità dell'educazione nella scuola; il presupposto è che l'educazione è porre al centro la PERSONA con la sua curiosità e le sue aspettative. Queste ultime riposano su valori, parola ormai sbiadita in un'epoca di scetticismo, ma specialmente di nichilismo. L'educazione non è la mera istruzione, trasmettere una sequenza di parole, ma incoraggiare a seguire la via, il cammino di un'esperienza che giunge ad una meta che è felicità, compimento della totalità della persona, testé richiamata. Inoltre, mi preme sottolineare che ai miei allievi parlo di una società non centalistica, ma sussidiaria che sostiene una "vita buona" (Libro bianco del Ministro Sacconi). La libertà che è assenza di impedimenti, ma anche necessità di equità nell'azione e nel costume, si fonda su una libertà di scelta che non è arbitrio, bensì possibilità di realizzare la propsta educativa più confacente ai miei desideri. Cero, è fuori discussione che una società aperta in cui si distinguono le fonti dell'ignoranza e della scienza, come esortava K. Popper, non può accettare che esistano ancora ortodossie ideologiche che asseriscono una scuola di parte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi