cerca

Missione militare "umanitaria" in Libia?

28 Febbraio 2011 alle 19:30

Obama nel favorire le rivolte in M.O. ha una parte di responsabilità per quello che è successo dove la situazione presenta aspetti molto diversi da quelli dell'Egitto (ad es. Bharain, Libia..). Se Obama ha fatto la voce grossa contro un alleato di lunga data come Mubarak, vista anche la cospicua dipendenza dell'Egitto, in particolare dell'esercito, da finanziamenti americani, non poteva fare così con Gheddafi. Sembra comunque che siano stati smentiti da varie fonti sia i bombardamenti sulla folla, sia i numeri di 10000 morti! Va pure segnalato che vi sono state violenze fin dall'inizio anche da parte di gruppi di rivoltosi (che sono eterogenei e in parte divisi tra di loro). Comunque, nonostante la fretta di Obama, un intervento militare "umanitario" sarebbe pensabile solo se fosse richiesto da entrambe le parti (da Gheddafi oltre che dal composito fronte dei rivoltosi), o sarebbe molto pericoloso, porterebbe a un grave peggioramento della situazione e a un gran numero di morti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi