cerca

E se Gheddafi ricordasse Saddam?

26 Febbraio 2011 alle 20:00

Queste clamorose e successive rivolte nord-africane...da far ricordare Muro di Berlino e 11 settembre? Meno di un anno fà, l'Italia di Berlusconi (ma prima ancora Prodi), riceveva con tutti gli onori Muammar Gheddafi, arrivato a Roma con tenda al seguito, nella centralità dello Stato e del Vaticano di San Pietro, ricevuto con anacronistico baciamano, tra i più fotografati e con dispiegamento di corpulente amazzoni nord-africane. Certo, col senno di poi, si potrebbe pensare che tanta manifestazione di deferenza...ne valesse il "gioco della candela"...economica ma, attenuata dall'aggiungersi di discorsi sulla futura islamizzazione dell'Europa con annesso spettacolo di neo-adepte...il tutto veramente disdicevole ad accettarsi...quando si pensa di fare affari con regimi autoritari, ora... "l'impatto sulle Società italiane sarà negativo"...ha ammesso il Ministro F.Frattini. E' vero pure che la dipendenza economica dalla nostra ex-colonia (sic), era da considerarsi tra le più delicate da trattarsi, ma al cospetto del mondo, si è speso "in immagine". Ora questo "crollo", diventa ancor più delicato da gestire...per quello che sarà il futuro. In tv vedevo Mubarak e pensavo Berlusconi ...ora vedo Gheddafi e penso Saddam (genocidio) ...chissà Bush che avrebbe fatto? Altri tempi? Ora ci si aspetta (per ben altra vicinanza dall'Iraq)...un esodo da letture bibliche, terribile da affrontare se lasciati da soli (forse, potendosi così avverare quella "voce" di Gheddafi sull'islamizzazione europea?).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi