cerca

Dopo le crociate, le mezzelunate

24 Febbraio 2011 alle 08:30

Certamente, anch'io sono contro Gheddafi,come si fà a non esserlo, lo abbiamo da sempre definito il predone libico. Però,sia ben chiaro a tutti i critici del giorno dopo, che i soli motivi che hanno spinto Berlusconi e il suo governo a blandirlo ed a sopportarlo, sono due: il gas ed il petrolio! I "sinistri" questo, fingono di non saperlo e da imbecilli, chiedono che in un paese come la Libia venga istituita una democrazia parlamentare,tipo Finlandia, magari meglio di quella italiana, perché si sà, in Italia vi è un bieco dittatore che spadroneggia. Questi fessi di ferro non comprendono che la Libia e tutto il nord Africa, potrebbe cadere in mano a feroci regimi islamici,fomentatori di un terrorismo che, convinto di fare cosa buona e giusta,ha giurato di sterminarci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi