cerca

Testamento biologico

23 Febbraio 2011 alle 17:44

Paradossale il cursus honorum di certi politicanti che, incapaci d’influenzare la vita degli uomini con i soliti paroloni partoriti dalla politica, si rifanno dello smacco subito cercando, se non altro, d’influenzare la morte accelerando l’Aldilà per ciascun di noi. È certamente un macabro servizio quello che rendono, ma se non si sa far di meglio bisogna pur lasciar a questi politicanti la possibilità di esprimersi nella sceneggiata che interpretano; e se il meglio è portare innanzi tempo all’orco gli uomini sfiduciati o esasperati dal male che li affligge, peggio per chi cade sotto le mene di questi “missionari” dediti, come sono, ad essere i monatti della nostra esistenza. Si è fatto incandescente il dibattito che contrappone “Il fin di vita” alla “Lunga vita” di coloro che lasciano a Dio la facoltà di spegnerci nell’ora della morte. I primi vogliono che sia lo stesso uomo a spegnere la luce quando crede che per lui sia iniziata la notte; i secondi, sono per la vita usque ad finem, affidata alla Provvidenza. Non è una questione facile a sbrogliarsi né, credo, si pone il problema su chi abbia ragione. L’affaire sta nella caparbia convinzione dei Pannella che morire sia più facile che vivere, ragion per cui, perché non scegliere la strada più facile per por fine alle sofferenze? Diciamo che sarebbe come uno sfuggire alle responsabilità sottraendoci furbescamente al peggio che potrebbe incombere. Come ragionamento fellonesco potrebbe anche andar bene, ma come uomini, fatti a seguir virtute e canoscenza, con quale presunzione decretiamo la fine della nostra vita? La vita ci è data in comodato d’uso: se fosse possibile potremmo addirittura immaginare che anche la nascita potrebbe essere ricusata dall’uomo che sta per subire il cortocircuito dell’inseminazione. Invece no, vediamo la luce indipendentemente dal fatto che la nostra volontà venga coartato dal mistero che alleggia. Se Pannella avesse potuto rifiutare la sua nascita, l’avrebbe fatto?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi