cerca

La realpolitik dell'Italia verso Gheddafi

23 Febbraio 2011 alle 12:00

La realpolitik verso l’Africa del Nord in generale e verso la Libia in particolare è iniziata una quindicina d’anni fa con D’Alema, è proseguita con Prodi ed è stata completata da Berlusconi. Diciamo che il Cavaliere è riuscito a finalizzare quello che i suoi predecessori del centro-sinistra avevano iniziato e non erano riusciti a portare a termine. Di fronte ai fatti sanguinosi di questi giorni tutti i leader dell’opposizione accusano Berlusconi di eccessiva simpatia e connivenza con Gheddafi, dimenticando che essi furono i primi stringere questi rapporti. Flaiano ci insegna che gli italiani sono un popolo sempre disposti a salire sul carro dei vincitori ma, aggiungerei, anche a scendere dal carro dei perdenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi