cerca

68 africano?

23 Febbraio 2011 alle 19:00

Nel nostro '68 (che ancora oggi ci trasciniamo dietro) è stato il desiderio di una gran massa di giovani, la maggior parte immaturi e presuntuosi, di sostituire il buon senso e l'autorità con i desideri della propria gioventù che in quegli anni erano cresciuti a dismisura alimentati da benessere, musica, libri, giornalisti accondiscendenti ed assemblee. Il tutto alimentato da una sfrenata voglia di libertà che oggi la storia ha stigmatizzato come licenza. Di quel nostro '68 se ne sono impadronite le forze estremistiche come le B.R. per cavalcare il movimento col fine di imporre un'egemonia politica al paese. Cosa che non è riuscita in quanto la stragrande maggioranza del paese non ha seguito questa falange di assassini. In nord Africa stiamo assistendo a qualcosa di analogo con in più delle motivazioni più serie in quanto le prospettive per il futuro di un immenso numero di giovani appaiono alquanto desolanti. Quindi una sollevazione che appare spontanea e che sfrutta mezzi di comunicazione che possono dare voce come non mai a chiunque. Di questa sollevazione possono ora far leva le B.R. islamiche che opportunemente organizzando attentati terroristici possono dar modo ai vari partiti islamici-fondamentalisti di salire al potere con la capacità unica, la loro, di far terminare le stragi. E il popolo, fondamentalmente religioso, potrà avallare con il consenso la conquista del potere da parte di queste forze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi