cerca

Gli eterni adolescenti del Palasharp

17 Febbraio 2011 alle 18:30

Che tristezza vedere sul palco un ragazzino sostenere le tesi dei genitori e fare da megafono alle loro istanze, anziché cercare di costruirsi una personalità - com'è avvenuto per secoli - contestandoli. E' così che si dovrebbe evolvere la società, con i figli che negano i padri e vanno oltre, scontrandosi con loro per poi costruire un mondo nuovo. Peccato che oggi, sempre più spesso, i figli siano cloni dei genitori, con cui condividono tutto. In primis, un'eterna adolescenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi