cerca

Conigli e leoni

17 Febbraio 2011 alle 08:00

Al tg1 la senatrice del Pd,Finocchiaro, ha detto che il premier è un "coniglio"visto che non vuole presentarsi davanti ai giudici. A questo punto, mi chiedo,però, chi siano davvero i leoni della politica italiana. Può essere che Berlusconi abbia atteggiamenti del remissivo coniglio,ma dove sono atteggiamenti da leone dell'opposizione e in particolare del Pd? Ciò non vuol dire sfidare la magistratura,non è questo il punto,ma esibire un pò più di dignitàpolitica sì. La classe politica di questo paese, sono cose note oramai,ha da tempo abdicato alla funzione di "tutelarsi",che non vuol dire, ovviamente, considerarsi una casta nè tantomeno essere legibus solutus.Le responsabilità sono diverse,di una maggioranza che ancora non è riuscita a portare avanti una riforma,pur tra molte difficoltà oggettive e diun'opposizione che è inerte,condizionata dall'attacco mediatico - giudiziario di cui si fa strumento per cercare di far fuori l'avversario. Qui non è solo in gioco la figura del premier, è in gioco, come è già stato più volte ribadito,la politica nel suo significato più ampio e la democrazia. Ripetere stancamente,noiosamente, con quell'aria mesta, che il premier si deve dimettere, evidenzia in particolare l'incapacità dell'opposizione, oramai conclamata, di uscire dal ridicolo e dal complesso d'inferiorità verso una certa magistratura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi