cerca

Se la Corte ordina il Parlamento deve eseguire

15 Febbraio 2011 alle 12:00

Una delle millanta sezioni della Corte di Cassazione si permette di dire al legislatore che dovrebbe modificare una legge, peraltro pienamente legittima come riconosce la stessa Corte, perché così piacerebbe ai signori giudici. Da molti anni la corte Costituzionale si diletta a ritagliare le leggi secondo il proprio gusto abrogandone certe parti e lasciandone in vita altre in modo tale da modificarle, quando non interviene per integrarle, dichiarando illegittimità di un testo nella parte in cui omette di prevedere qualcosa che invece dovrebbe prevedere, sostituirle (quando la Corte sostituisce ad una parte del testo, che così formulata lo inficia di invalidità costituzionale, con un'altra che essa trae dal testo in via di interpretazione) e, infine, indirizzarle: intimando al legislatore di provvedere a regolamentare una determinata materia perché, a giudizio insindacabile della stessa Corte, in assenza di legge non sarebbe rispettata la Costituzione. I giudici si sono di fatto appropriati del potere legislativo. E' assolutamente normale che mirino anche al controllo del potere esecutivo.Alla fine, alla faccia della Costituzione continuamente sventolata, vivremo in un'inedita forma di stato totalitario: quello giudiziario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi